fat bike: in bici sulla neve

La bicicletta è senza dubbio uno tra i mezzi più utilizzati al mondo, nonché tra i più sostenibili tant’è che i veri amanti della bici si sono “inventati” un modo per poterla utilizzare anche in montagna sulla neve: si parla in questo caso di fat bike.
La fat bike, letteralmente “bici grassa”, inizialmente utilizzata in Alaska come mezzo di trasporto, è una mountain bike evoluta con ruote e copertoni larghi (caratteristica a cui deve il suo nome), che permette di muoversi su qualunque terreno.

 

Una tipologia di bici che ha quasi 40 anni…e continua a evolversi!

Le prime fat bike più che per sport e divertimento nacquero per necessità: le bici normali non bastavano più per gli spostamenti su terreni ostici come quelli innevati, così negli anni ’80 dopo il boom della mountain bike si pensò subito a come modificarla per renderle più versatile. Le primissime fat bike vennero create in due parti opposte del mondo: una fu ideata per le sabbie del Messico mentre l’altra per la neve dell’Alaska e dopo un lungo un periodo di sperimentazioni arrivarono le prime forme di produzione su ampia scala. Nel 2005, infatti, un’azienda americana introdusse la prima fat bike completa prodotta su larga scala, arrivando fino ai giorni nostri dove si contano centinaia di modelli.
Giorno dopo giorno anche le fat bike hanno subito un’evoluzione e, oltre ai modelli classici per grandi e piccini, si possono trovare sul mercato anche le E-fat, ovvero le fat bike elettriche con pedalata assistita, per permettere anche ai meno allenati di godersi l’escursione e il panorama.

 

Caratteristiche tecniche delle fat bike

Le fat bike, ideate per superare i limiti della tradizionale mountain bike, sono in grado di affrontare terreni particolarmente difficili e questo è possibile grazie alla maggiore sezione dello pneumatico che consente un’ottima aderenza, mentre la bassa pressione dello stesso permette di affrontare facilmente superfici morbide, come neve, fango e sabbia.

Anche se il loro aspetto può far pensare tutt’altro, queste bici sono in realtà facili da controllare, grazie all’ampia superficie di appoggio sul terreno che garantisce un’elevata stabilità anche sui percorsi più accidentali. Le fat bike, inoltre non sono affatto pesanti e le grandi ruote permettono anche al principiante di turno di affrontare qualsiasi superficie con molta facilità: l’aderenza assoluta e il perfetto controllo del mezzo danno la sensazione di “galleggiare” sulla neve.

 

Come prepararsi all’escursione in fat bike

Per le vostre escursioni con la fat bike si consiglia di adottare il seguente equipaggiamento:

  • abbigliamento invernale per bici, corsa o sci di fondo, in alternativa abbigliamento tecnico caldo e comodo;
  • scarpe da trekking o scarponcini;
  • acqua e snack per rifocillarsi 😉.

Per divertirsi con le fat bike a Madonna di Campiglio e Pinzolo potete rivolgervi alla Scuola italiana sci 5 laghi oppure alla BTService Srl.