Il Bombardino

LIQUORE CHE SCALDA LE GIORNATE SULLA NEVE

È il drink preferito dagli sciatori, soprattutto per le sue proprietà “riscaldanti”. Si tratta di un concentrato, o meglio, una bomba di calorie e alcol, un intermezzo perfetto tra una discesa e l’altra sulle piste innevate, ma anche per i meno sportivi che amano ristorarsi al caldo di una baita montana.

Il bombardino è nato a Livigno (comune in provincia di Sondrio) nei primi anni ’70. La storia narra che la gestione del rifugio del Mottolino passò nelle mani di un giovane genovese non proprio avvezzo al rigido inverno montano. Nacque così la sua ricetta di “sopravvivenza”, ossia un cocktail bollente a base di latte, whisky e zabaione. Si dice che il primo assaggiatore del cocktail abbia esclamato: “Accidenti! È una bombarda!”, esclamazione dalla quale è poi derivato l’attuale nome.

Alla ricetta originale sono poi subentrate delle modifiche pur mantenendo due punti cardine: la gradazione alcolica (può arrivare fino a 30% vol) e lo zabaione caldo (liquore a base di tuorlo d’uovo, zucchero e Marsala). Il latte è stato sostituito dalla panna e il whisky dal brandy.